19 Comments

  1. Purtroppo non sempre le controparti forniscono al venditore tutte le informazioni necessarie per rendere il processo di vendita veloce ed efficace.  Il processo di vendita "ideale" dovrebbe coinvolgere varie figure "efficaci", dal marketing al customer service, venditori compresi.

  2. Perfettamente in accordo. Ho dovuto constatare tuttavia che spesso le aziende operano a " senso unico ". Vogliono continue notizie sul mercato e/o concorrenza dai singoli agenti ma poi non ne fanno patrimonio comune.

  3. Sono d'accordo!!! Fornire informazioni alle varie persone coinvolte, le si agevola e permette loro di essere piu veloci ed efficaci e questo va poi a beneficio anche del venditore. Spesso poi tali informazioni avvengono via mail con infiniti CC e CCN e cronologie estenuanti e di difficile lettura. L'ideale sarebbe gestire tutte queste problematiche tramite un applicazione che mettesse costantemente al corrente tutti gli attori dello stato di avanzamento del lavoro e delle azioni intraprese da ognuno. Il gioco di squadra ripaga sempre. siete d'accordo?

  4. Purtroppo non sempre le controparti forniscono al venditore tutte le informazioni necessarie per rendere il processo di vendita veloce ed efficace. Il processo di vendita "ideale" dovrebbe coinvolgere varie figure "efficaci", dal marketing al customer service, venditori compresi.

  5. @piero salomoni  non serve fare infinite e-mail, basta condividere in più persone il file di report su google drive: semplice, utile e gratuita applicazione anche su smartphone

  6. diciamo che il flusso di informazioni dovrebbe essere reciproco e dovrebbe essere sottoposto ad un feedback efficace onde scremare informazioni inutile e sottolineare quelle che possono avere un ritorno efficace. Tutto ciò però spesso non avviene e il più delle volte è unilaterale, a volte solo l'azienda a volte solo il venditore.  lionello

  7. Buongiorno,  Sono pienamente in accordo con i pensieri esposti da Sergio Arioli e Piero Salomoni,  io sono un giovane agente e credetemi faccio molta difficoltà a far creare sinergia tra i vari settori aziendali, oltretutto nelle realtà dove la direzione non apprezza molto l'utilizzo di strumenti come CRM e simili .. anzi pensa che sia solo cose per venditori. Purtroppo constato ogni giorno che ogni settore di business interno (in quasi tutte le realtà aziendali) sono a scompari chiusi. E' davvero un grande peccato e dispersione di energia.  #Felicegiornata

  8. Domanda: Il processo di vendita è reso noto e fruibile a tutti gli attori che partecipano al flusso di valore? Parliamo di processo, ma in realtà nelle aziende non ho mai trovato una reale mappatura di un processo commerciale e tanto meno l'individuazione delle attività a valore e le attività non a valore o sprechi e tanto meno la loro contabilizzazione. Il motivo è semplice, in molte aziende esiste ancora un approccio commerciale governato dalle funzioni che portano con se radicate abitudini operative. Un venditore mediamente dedica nell'arco della giornata circa il 35% del tempo alle attività di vendita, una parte ad attività non a valore, ma necessarie e un 20/25% agli sprechi. Sprechi di tempo che non sono generati da mal funzionamento del venditore, ma da un mal funzionamento del comparto commerciale interno e/o altri comparti interni aziendali che non forniscono risposte in tempi adeguati. Quindi se gli attori partecipi di un comparto commerciale non hanno ben chiaro come funziona il processo, sarà praticamente impossibile individuare aree di miglioramento per ridurre il tempo di attraversamento dello stesso e rende il tutto più scorrevole. Bisogna cambiare radicalmente approccio operativo, le persone devono essere motivate a lavorare con un nuovo assetto e supportate da efficiente tecnologia.

  9. Buongiorno,  ma di cosa stiamo parlando…………………………………  tutte le Aziende non guardano al vero professionista ma soltanto ad una persona da spremere per il vile tornacoonto………………………………tutto il resto è solo contorno

  10. Angelo, è ovvio che le aziende lavorino per il tornaconto, come d'altronde anche noi agenti.  Il problema che io incontro è cosa pensano di "spremere" senza un "processo commerciale" (cito Roberto) coerente, una organizzazione della logistica efficiente, con attività di marketing scarsamente sviluppate ecc.  C'è poco da spremere dalle rape… altro che buon vino!  In molti casi le aziende del mio settore pensano di risolvere il problemi cambiando agente, magari esperto e ben voluto dai clienti, risultato, un tonfo pazzesco e in certi casi perdita della credibilità e dei punti vendita.  Capita anche di essere considerati inopportuni e fastidiosi nel comunicare le problematiche del mercato, in certi casi anche le opportunità, non sanno nemmeno spesso e volentieri, che l'agente ha dei doveri sanciti del cod. civile in materia di comunicazione verso la casa mandante nell'ottica di una collaborazione e nell'interesse reciproco.

  11. dato che l'argomento verte sul flusso di informazioni all'interno di una azienda, le esperienze USA dimostrano che un servizio in Cloud esteso ai terminali delle sedi esterne eda tutti i collaboratori permette a tuti di conoscere attimo per attimo le novita' dell'azienda. Il servizio facilita anche la video conferenza, con risparmio di tempi e costi organizzativi. Come valore aggiunto, le telefonate intercom sono gratuite.

  12. Le informazioni sono alla base del processo di vendita.  Nel sistema di vendita che ho ideato uno dei 6 pilastri è rappresentato dalla "customer intelligence".  E' fondamentale conoscere in modo dettagliato la controparte buona serata  Stefano 

  13. vai a far capire alla PMI che investire su un sistema informativo aziendale permette di analizzare il mercato in maniera più efficiente,e di conseguenza poter prendere decisioni più velocemente ed essere reattivi (a volte anche proattivi,se si hanno sufficienti preparazione e intuito)

  14. Penso sia normale che con il nostro preventivo in mano  Il cliente vada dalla concorrenza a spuntare un prezzo migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *